Il ritratto

 Seduta su una poltrona

del mio studio

vado ripensando

ai miei ottant’anni di vita,

trascorsi tra gioie e dolori.

Volgendo lo sguardo

su un ritratto appeso alla parete,

vedo un bambino biondo

che sorride

con i suoi occhioni vivacissimi

e la sua rosea boccuccia,

da cui spuntano

due candidi dentini.

E’ mio nipotino Diego.

Il suo sorriso mi rapisce

ogni volta che lo guardo,

fugando i tristi pensieri

e suscitando il desiderio

di baciarlo  e  stringerlo al cuore

in un abbraccio d’amore.

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...