Cagliari all'alba

La città silenziosa

dorme ancora

all’alba di un giorno festivo.

Il cielo si tinge di colori,

che soltanto la mano

del divino Maestro,

sa creare.

Con tanta emozione nel cuore

ammiro"Monte Urpinu",

da cui esce una lingua rossa

come di fuoco,

sovrastata da lembi celesti,

rosa , gialli e grigi,

che si alternano balenanti nel cielo.

Fra tanta bellezza,

uno stormo di neri stornelli

allineati a triangolo,

solca lo spazio celeste,

scomparendo dietro il monte.

In questa coltre iridata,

anche un aereo a reazione

lascia la sua scia argentata,

contrastando la bellezza del creato.

6 commenti

  1. ciao mi chiamo jhon, ho 15 anni e scrivo da livorno io non sono italiano per la precione sn peruviano. a parte questa mia presentazione le volevo dire que questa poesia in, particolare, è bellaa!! è bello incontrare una persona così piena di vita.=) =)
    tanti cari saluti e bacioni da livorno e ovviamnete dal sottoscritto jhon =).

    "Mi piace"

  2. Carissima signora mi complimento con lei per tutta la sua forza…è bello diventare grandi per poter portare con se un grande bagaglio di ricordi ed emozioni…forza continui sempre cosi…un saluto brenda

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...