Violenza giovanile

Ieri mattina ho assistito ad una trasmissione sulla violenza giovanile con la partecipazione di un giovane cantante, il quale ha detto che la violenza può nascere sia dalla noia che dalla mancanza d’interessi.

Allora cosa si può fare per fermare questo uragano d’immoralità?

Secondo il mio modesto parere di vecchia insegnante di scuola elementare, dobbiamo preoccuparci di insistere  sulla educazione morale e sociale dei bambini fin dalla scuola materna.

Mi si dirà che sto esagerando eppure occorre intervenire alle radici, se si vuole che la piantina cresca sana e diritta e continuare con lo stesso rigore fino alla maturità.

Per ciò che riguarda i giovani a rischio , li dobbiamo interessare in prma persona in attività  di lavoro, di sport culturali e teatrali di loro gradimento, rendendoli protagonisti di un lavoro che soddisfi l’amor proprio e facendo sentire il valore  del loro impegno.

Io penso che anche l’emarginazione  sia una causa di violenza.

2 commenti

  1. Si, la penso allo stesso modo ma è necessario, anzi indispensabile estirpare dalla televisione i programmi spazzatura che instillano l’istinto di onnipotenza, del permissivismo e dell’impunità, senza di questo ogni percorso educativo è inutile. Oserei anche dire che qualche schiaffo ogni tanto può essere curativo.

    "Mi piace"

  2. Cara nonna Tiana io da insegnante affermo che la scuola fa tutto il possibile per educare alla non violenza e alla tolleranza . Purtroppo la nostra opera oggi viene resa vana dall’educazione che i giovani ricevono fuori dalla scuola, in famiglia e dalla tv soprattutto.Penso inoltre che non si possa demandare tutto alla scuola e chiederle di sostituirsi alla famiglia. Direi piuttosto che andrebbero rieducati molti giovani genitori che spesso non accettano il loro ruolo e di conseguenza preferiscono accondiscndere anzichè intervenire con autorevolezza.Inoltre l’opera della scuola vien sminuita e demolita proponendo ai giovani modelli scialbi e privi di significato, in cui non trovano spazio il confronto, la riflessione e la presa di coscienza del proprio ruolo nella società e delle propirie responsabilità .L’emarginazione è certamente un altro problema che può sfociare nella violenza e che nasce da diverse cause. E’un problema che va letto diversamente.
    La scuola fa tanto, di tutto e di più per arginare questi problemi e sarebbe ora che ognuno prendesse le proprie responsabilità e facesse il propio dovere nei confronti dei giovani, verso i quali tutti siamo responsabili e in primo luogo anche chi ci governa.
    un caro abbraccio

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...