I vacanzieri

Ai miei tempi, le vacanze oltre i confini della propria città o paese, era prerogativa dei ricchi e degi uomini d’affari.

Oggi tutti amano lasciare il proprio ambiente, per conoscere nuovi luoghi e nuova gente.

Con la contestazione del 68,i giovani ci hanno aperto le porte del mondo;hanno cominciato loro a varcare la soglia del nostro piccolo mondo, attratti dai concerti londinesi , che richiamava folle da tutto il mondo.

 E con i viaggi e i concerti è arrivata anche la droga, la peste del secolo.

Comunque oggi non sono solo i giovani , che con lo zaino in ispalla si avventurano nei meandri del mondo; ma chiunque ha assaporato il piacere del nuovo non può fare a meno di ripetere l’esperienza.

Tramite i mass-media si è saputo che molte  famiglie si sono indebitate con le banche pur d’uscire da casa e andare in vacanza.

E’ lontano il tempo in cui i vecchietti morivano, senza conoscere il mondo che li circondava: i montanari non conoscevano il mare e gli abitanti delle coste non conoscevano nulla al di la’ del mare.

 

 

Un commento

  1. già i tempi sono cambiati e chi può fa bene a viaggiare e conoscere il mondo…..io,forse sono antica però non farei mai e poi mai un debito se non per qualche cosa di indispensabile non certo per un viaggio di piacere….. un saluto Ida

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...