Un triste ricordo

anzianaUna sera rientrando a casa

suonai il campanello.

Attendevo  che qualcuno aprisse….

Ma rientrando nella cruda realtà ,

mi chiesi:

_Chi verrà ad aprire

se a casa non c’è nessuno?

Mentre cercavo le chiavi nella borsa,

piangevo sconsolata,

rendendomi conto

di essere veramente sola.

Una volta desideravo il silenzio

dopo una giornata di fatica

e di scapigliature fra i miei quattro figli;

ma oggi vorrei tornare

indietro nel tempo,

in cui la mia famiglia

era più che viva,

e mi appagava nonostante tutto.

Purtroppo la vita è come una ruota

che non si ferma mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...