Napoli milionaria

Il 16  Luglio è stata rappresentata nel teatro di Cagliari l’opera “Napoli milionaria”  di Nino Rota  sul testo di Eduardo De Filippo .

Ci ha riportato a Napoli, nel periodo dell’ultima guerra mondiale quando ancora imperversavano i bombardamenti , con le corse ai rifugi antiaerei per sfuggire ai crolli dei palazzi . A Napoli, e non solo a Napoli c’è stato il ricorso alla borsa nera per far fronte alla tessera annonaria che faceva morire di fame la popolazione.

I più azzardati acquistavano la merce nei paesi dell’interno e rivendevano a prezzi esosi arricchendosi alle spalle  dei bisognosi. Dopo l’armistizio gli Americani hanno portato le usanze buone e cattive del loro paese :balli nei locali e nelle famiglie , regalando sigarette cioccolata e prodotti vari per ingraziarsi le ragazze che si lasciavano abbindolare senza alcun freno.

Conclude l’opera  la sentenza di un reduce italiano  che nel vedere lo sfacelo della sua famiglia  disse :”La guerra non è ancora finita!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...