Il granaio

Mi piace rievocare la parabola di Epulone-Lazzaro, che rispecchia la società d’oggi.

Oggi il granaio del ricco è sempre più pieno, mentre quello del povero è sempre più vuoto.

Vi era un uomo ricco, chiamato Epulone, il quale vestiva lussuosamente e godeva di splendidi banchetti. Vi era anche Lazzaro, un povero malato, che raccoglieva le briciole della sua mensa, per sfamarsi.

Ma la giustizia divina relegò Epulone nell’inferno e Lazzaro in paradiso.

Epulone, straziato dal calore e dalla sete, levando gli occhi al cielo, vide Lazzaro, a cui chiese di bagnargli la lingua infuocata, ma gli fu negato.

Dopo la morte, tra cielo e terra vi è un abisso, per cui dal cielo non si può scendere all’inferno e viceversa.

La ricchezza rende l’uomo schiavo, avaro e operatore di ingiustizie.

Sarà salvo colui, che con la sua ricchezza avrà procacciato i mezzi per dare lavoro e pane ai diseredati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...