Lettera a un diciottenne

Hai compiuto 18 anni, l’età in cui si pensa d’aver maturato la facoltà di discernere il bene dal male.Ma non sempre i 18 anni permettono di trovare la via che porta a capire il vero senso della vita. C’è chi crede che la felicità si ottenga soddisfacendo i bisogni egoistici: la cura della bellezza, il vestiario firmato, i divertimenti eccessivi come l’alcool e droga; ma l’esperienza ci insegna che ogni tappa di un percorso sbagliato, ci immerge in un mare di sofferenze fisiche e morali.

La trappola in cui si dibatte colui che non ha ancora raggiunto la maturità, è l’assenza dell‘amore universale,  l’attenzione dal proprio io al prossimo, vicino o lontano, soprattutto alle persone sole, malate, povere, che non hanno nessuno a cui confidare le proprie sofferenze.

Basta talvolta un sorriso, una carezza, una stretta di mano, un po’ di compagnia a chi piange.

Questi sentimenti d’amore sono espressione di vera maturità, che dà un senso alla vita.

Io ti auguro, caro diciottenne, di trovare presto la strada giusta che ti porterà a realizzare felicemente il tuo programma di vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...