Il mio Natale

Ogni anno mi piace rievocare il Natale della mia infanzia. Poichè le risorse economiche erano modeste, si cercava di utilizzare tutto ciò che non aveva un costo, per allestire il presepe. Si andava in campagna alla ricerca della “vellutina”, della ghiaietta e dei rametti secchi per realizzare la capanna di Gesù.

La mamma riportava alla luce la scatola delle statuine di gesso riposte nello scantinato. I miei fratelli maggiori si mettevano subito all’opera ed io osservavo  i personaggi che mi sembravano veri.

La nonna Domenica accompagnava noi nipotini alla novena nella parrocchia di Sant’Eulalia, dove mi emozionavo cantando le canzoni natalizie tra cui “Tu scendi dalle stelle”.

Sono ricordi preziosi che continuano ad alimentare la mia fede.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...